Informazioni personali

La mia foto
Dino ama tutto ciò che di semplice e bello la Vita può offrire.E' solito contornarsi di animali e piante che allietino i suoi pensieri e stimolino la sua osservazione verso tutti quei fenomeni che la natura,sua maestra di Vita,continuamente gli trasmette condizionando e migliorando il suo inquieto ma sereno divenire...................

venerdì, giugno 08, 2007


Catullo e Lesbia:


Piacevole rileggere Catullo oggi dopo aver sudato, da fanciullo, per le sue traduzioni. Scoprire il poeta che sembrava superficiale nel suo intenso dramma esistenziale quando scopre che la sua Lesbia, proprio lei, frequenta gli angiporti ed i vicoli di Roma...........................



Caeli, Lesbia nostra, Lesbia illa.illa Lesbia, quam Catullus unamplus quam se atque suos amavit omnes,nunc in quadriviis et angiportisglubit magnanimi Remi nepotes.


Celio, la nostra Lesbia, la bella Lesbia.La bella Lesbia, che lei sola Catullo amòpiù che se stesso e tutti i suoi,ora nei vicoli e nei quadrivispella i nipoti del magnanimo Remo.

2 commenti:

  1. in realtà è magnanimos remi nepotes
    quindi i magnanimi figli di remo

    RispondiElimina
  2. Caro anonimo, sono costretto a correggere la tua correzione. Il testo latino esatto è come l'ho scritto io:magnanimi NON magnanimos. Dino

    RispondiElimina