Informazioni personali

La mia foto
Dino ama tutto ciò che di semplice e bello la Vita può offrire.E' solito contornarsi di animali e piante che allietino i suoi pensieri e stimolino la sua osservazione verso tutti quei fenomeni che la natura,sua maestra di Vita,continuamente gli trasmette condizionando e migliorando il suo inquieto ma sereno divenire...................

domenica, luglio 03, 2011

Crono: chi la fa l'aspetti

Chi la fa l’aspetti
Sembrerebbe un detto coniato a pennello per Crono, personaggio mitologico nato dall’unione di Urano con Gea, re dei Titani e sposo e fratello della titanessa Rea. Pare che il padre Urano avesse respinto nel ventre della moglie Gea i Giganti ed i Ciclopi al momento del parto. Per vendicarsi di tanto affronto, Gea dette a Crono un falcetto pregandolo di evirare Urano, rispettivamente loro marito e padre non appena questi avesse di nuovo voluto giacere con lei. Crono tagliò i genitali del padre e dalle gocce del sangue versato, nacquero le Erinni, i Giganti e le Ninfe.
Così Crono governò al posto del padre in modo altrettanto dispotico e gli fu predetto che uno dei suoi figli gli avrebbe fatto fare la stessa fine che lui aveva riservato al padre. Intimorito da tale vaticinio, Crono ingoiò tutti i suoi figli alla nascita, tutti tranne Zeus che Rea riuscì a salvare sostituendolo con una grande pietra. Allevato sul monte Ida dalla capra Amaltea, Zeus cresciuto riuscì a far dare a Crono un emetico cosi che egli vomitò gli altri cinque figli: Estia, Demetra, Era, Ade e Poseidone.
E con i figli Crono vomitò anche la grande pietra che fu posta a Delfi ad indicare lì l’ombelico del mondo.
Bisogna precisare che è un errore associare il nome Crono a CHRONOS, tempo anche se alcuni lo fanno descrivendolo come un vecchio con la falce a simboleggiare il “Padre Tempo.”

Nessun commento:

Posta un commento