Informazioni personali

La mia foto
Dino ama tutto ciò che di semplice e bello la Vita può offrire.E' solito contornarsi di animali e piante che allietino i suoi pensieri e stimolino la sua osservazione verso tutti quei fenomeni che la natura,sua maestra di Vita,continuamente gli trasmette condizionando e migliorando il suo inquieto ma sereno divenire...................

sabato, gennaio 21, 2012

A fiesta patrunale te na fiata




Vista se chiama festa patrunale:
guarda li pali tutti rricamati,
guarda la banna,guarda l’orchestrali
e li botti de fochi colorati!

Pe cci ole grazie è lu momentu bonu:
basta cu porti voti a na cappeddra,
te faci la novena, a passeggiata
e ci era mienza morta, crai è sanata!

Ma la cosa cchiù beddra su li pizzi
de le vagnone ncerca de maritu:
parene pupe, tutte ncresimate
de rasu e de merlettu mpichessate!

Caminane cu l’aria de ‘mpurtanza
de ci nun mbole descia confidenza
e ntra de iddre sta li more u core
ca ciuveddri le nzurta e nu le pienza.

N’urtima cosiceddra pe gradire:
a retu a ddru bancune,cu la panza
c’è nu vecchiu ca bive e bive mieru
cu torna cu la fiesta e cu la banna,

ai sogni antichi, alli tiempi soi
quannu facia de zzippu nu clarinu
e sicutava fieru e cu mpurtanza
la stessa statua ca camina moi !

Quasi com’era prima é puru moi!





FESTA PATRONALE DI UNA VOLTA



Questa si chiama festa patronale:
guarda le luminarie tutte ricamate
guarda la banda, guarda gli orchestrali
e i fuochi d’artificio tutti colorati!

Per chi vuole una grazia è il momento buono:
basta portare offerte a una cappella,
fare una novena, un percorso
e chi era mezza morta, domani sarà guarita!

Ma la cosa più bella sono i merletti
delle ragazze in cerca di marito:
sembrano bambole, tutte ornate
di raso e di merletti decorate!

Camminano con l’aria compunta
di chi non vuole dare confidenza
ma dentro di loro soffrono moltissimo
se nessuno le corteggia e le nota.

Un’ultima cosetta per gradire:
dietro un bancone c’è un vecchietto
panciuto che beve e beve vino
per ritornare per mezzo della festa

ai sogni antichi del suo tempo
quando usava un rametto come clarino
e seguiva fiero e sentendosi importante,
la stessa statua che ora viene portata in processione!

Quasi come era prima è pure adesso!





Nessun commento:

Posta un commento