Informazioni personali

La mia foto
Dino ama tutto ciò che di semplice e bello la Vita può offrire.E' solito contornarsi di animali e piante che allietino i suoi pensieri e stimolino la sua osservazione verso tutti quei fenomeni che la natura,sua maestra di Vita,continuamente gli trasmette condizionando e migliorando il suo inquieto ma sereno divenire...................

giovedì, febbraio 09, 2012

LA PASTORALE DI BEETHOVEN

 Sul comodino ho una radio sveglia che si accende alle sei. E stamattina  mi sono svegliato travolto dalle dolci note della “Pastorale”, mentre le prime luci dell’alba filtravano dalla mia finestra creando strani giochi di luce. E allora la mia fantasia ( o forse  era  ancora un sogno)  ha preso a vagare, e la stanza tutta si è riempita di note musicali come fossero un pulviscolo di luce, che fluttuava al suono delle viole o ruotava vorticosamente al timbro della cornamusa che annunciava il celebre temporale. Io mi saziavo di sublime incoscienza lottando tra il sonno e la veglia, mentre il canto dell’usignolo, della quaglie e  del cuculo, mi portavano lontano, fra i campagnoli in festa, ad ammirare un cielo terso che cominciava ad affollarsi di minacciosi nuvoloni. E volavo giulivo tra un mi, un fa, un sol e le note impazzite mi accompagnavano nella folle danza, mentre osavo tuffarmi dall’alto del soffitto su questa marea sonora che stimolava il mio cuore. Un tremolio di bassi sempre più profondo, mi trascinò nel vortice di un pauroso uragano e mi sembrava di non poter più levitare nella dolce atmosfera ma di essere prigioniero del vento che di colpo  però s’acquietò al suono di un melodioso clarinetto. E presto arrivò un corno le cui note profonde mi tenevano al riparo della tempesta sonora, che ormai  andava scemando. E la musica  gradualmente diventò  preghiera, un coro di pastori che cantavano la gioia e la riconoscenza per lo scampato pericolo, una cantilena melodica che mi prese per mano e dolcemente mi riadagiò sul letto,  dove un raggio di sole solleticò le mie  palpebre. E fu subito veglia.

Nessun commento:

Posta un commento