Informazioni personali

La mia foto
Dino ama tutto ciò che di semplice e bello la Vita può offrire.E' solito contornarsi di animali e piante che allietino i suoi pensieri e stimolino la sua osservazione verso tutti quei fenomeni che la natura,sua maestra di Vita,continuamente gli trasmette condizionando e migliorando il suo inquieto ma sereno divenire...................

sabato, febbraio 25, 2012

Torni la gioia nei nostri cuori




Il mio vecchio cuore si è stancato di andare al passo. Come un cavallo impazzito, si è liberato delle redini e del morso e si è messo a galoppare disordinatamente come in una folle corsa verso l’inferno,  il paradiso o, più probabilmente, verso il nulla eterno. Vedevo camici bianchi e verdi che si alternavano nella gara contro la nera signora, li vedevo tra gli effluvi di ossigeno che inondavano il mio volto pallido  mentre tubi e aghi di ogni genere  foravano la mia pelle, monitoravano ogni battito, ogni respiro del mio corpo stanco. Pensavo incredibilmente agli uccelletti che popolano il mio cortile, mi chiedevo se mia moglie si fosse ricordata di  lasciare loro la solita manciata di briciole. C’è un pettirosso che litiga con tutti gli altri: difende il suo terreno, la sua briciola di pane,  come tanti uomini  accecati dal dio denaro, dalla fallace illusione di un potere caduco e fatalmente precario. Come mi sono sembrate simili le nostre umane storie a quelle degli uccelletti  svolazzanti e piacevolmente chiassosi, loro che, come noi,  lottano per la vita in un gioco infinito e misterioso, cui alcuni, sposando fedi diverse, credono di dare un senso  compiuto. Ma ormai sono tornato a casa e, quasi fosse un segnale trascendente, dopo tanti giorni di pioggia e gelo,  è tornato il Sole. Il Sole che scalda  i cuori, un assaggio della vicina primavera che rinnova e rigenera il mondo. Il bosco ha offerto la chioma  alle piogge nuziali e gli uccelli, gli insetti, tutte le creature del creato, si accoppiano felici mentre dalle onde del mare, biancheggianti di una spuma divina,  riemerge ancora Venere e comanda amore. Le gemme dei fiori si gonfiano a dismisura  ancora intrise della rugiada della notte, i mandorli si vestono a festa mentre l’instancabile Cupido lancia le sue frecce dorate in ogni direzione. Le ninfe dei boschi aprono le danze nuziali, i satiri fremono il loro bisogno d’amore, Pan suona il suo flauto  e gli fa eco Orfeo e Apollo con la sua lira. Il tempo e lo spazio si annullano: è tempo di sognare, è tempo di rubare alla vita quanto di bello ci regala, è tempo di rubare gli istanti : è primavera ed io, forte di una nuova esperienza, auguro a tutti voi di trascorrere una bella giornata piena di sole e di speranza e di Amore.

3 commenti:

  1. Grazie Dino per il messaggio e l'augurio che ci lasci.

    RispondiElimina
  2. Alcuni versi di Octavio Paz:
    ...apri la mano, cogli questa ricchezza,
    taglia i frutti, assaggia la vita,
    distenditi ai piedi dell'albero..
    è il centro del mondo ogni stanza...
    Il cammino è ancora lungo,il mare immenso,e, dicono, le Colonne d'Ercole non esistono. Come è inestinguibile la curiosità, che sempre accompagna l'amore per la vita.leila.

    RispondiElimina
  3. Grazie a Celeste e all'anonimo di cui mi piacerebbe conoscere l'identità.

    RispondiElimina