Informazioni personali

La mia foto
Dino ama tutto ciò che di semplice e bello la Vita può offrire.E' solito contornarsi di animali e piante che allietino i suoi pensieri e stimolino la sua osservazione verso tutti quei fenomeni che la natura,sua maestra di Vita,continuamente gli trasmette condizionando e migliorando il suo inquieto ma sereno divenire...................

giovedì, novembre 29, 2012

Le cause di un tumore




Sono molti gli scienziati impegnati da decenni a cercare la causa del cancro, ma la medicina ufficiale deve naturalmente basarsi sul metodo scientifico che vuole che una teoria venga suffragata da prove sperimentali che devono essere riproducibili e falsificabili. Inoltre la teoria deve spiegare esattamente che cosa avviene in un organismo che venga attaccato da una malattia e come agisca esattamente una eventuale terapia, quali siano gli effetti collaterali di essa e quanto possa essere influenzata dall’effetto placebo. Circola in questi giorni sul web la notizia che Otto Heinrich Warburg avrebbe scoperto la causa del cancro già nel 1931 e che tale notizia sia stata sottaciuta dalle multinazionali del farmaco per motivi di cassetta. Onde evitare facili entusiasmi, nella mia qualità di biologo, devo smentire che le cose stiano proprio così. Senza nulla togliere alla statura dello scienziato che oltretutto fu insignito del premio Nobel per la medicina per i suoi studi sul cosiddetto enzima giallo, dobbiamo sottolineare che la sua teoria al più dimostra come le cellule tumorali siano molto facilitate rispetto alle cellule sane ove incontrino un ambiente carente di ossigeno in quanto possono respirare e riprodursi anche in anaerobiosi. Uno stile di vita e una dieta carente di cibi acidificanti aiuterebbe l’organismo a difendersi dal male del secolo ma non è ancora chiaro quali siano i veri meccanismi scatenanti il tumore. La comunità scientifica è oggi maggiormente orientata ad accreditare la “teoria di Knudson” che identifica la causa del cancro su alcune mutazioni del DNA cellulare. Credo sarebbe inutile e fuorviante entrare nel merito delle ricerche sulla glicolisi, sulla respirazione cellulare, sulla trasformazione dell’ATP in ADP e sul ruolo dell’esochinasi e soprattutto sul ruolo dei telomeri la cui funzione è indispensabile per la morte programmata delle cellule normali. Le cellule cancerogene vanno incontro infatti a delle mutazioni genetiche (vedi l’articolo sul mio blog: http://brandelli-di-vita.blogspot.it/search?q=i+telomeri ) che allungano di molto la loro vita. Un approfondimento in tal senso potrebbe al più interessare gli studiosi del settore, ma è doveroso mettere le cose in chiaro elencando oltre alla scelta dei cibi, anche numerosi altri fattori che favoriscono l’insorgenza del tumore come l’alcool, il fumo, l’esposizione ai raggi ultravioletti, la sedentarietà oltre a innumerevoli agenti fisici e chimici presenti in natura. Ma causa prima scatenante il cancro ancora non si conosce anche se è molto probabile che abbia origine da alterazioni genetiche.

Nessun commento:

Posta un commento